Forno a induzione Delmer
Forno a induzione Delmer

Forno a induzione Delmer

Prezzo regolare Rs. 249,999.00 Salva Liquid error (product-template line 116): Computation results in '-Infinity'%
2 in magazzino

CARATTERISTICHE:

  • Media frequenza che conferisce un'elevata omogeneità delle leghe dovuta all'agitazione della lega fusa.
  • Il forno controllato dal microcontrollore ARM-7 leader del settore.
  • TFT a colori da 7 pollici con touch screen per un facile accesso da parte dell'utente.
  • Temperatura di fusione programmabile (thro'touch screen)
  • Potenza programmabile (thro'touch screen)
  • Visualizzazione automatica dei rilevamenti di guasto.
  • Fattore di potenza migliorato.
  • Scioglimento rapido

Dati tecnici

Specifiche

ID - 0,5

iD - 1.0

ID -2.0

Assorbimento elettrico

230V Monofase

230V Monofase

230V Monofase

Potenza massima del forno

3kW

3kW

3kW

Capacità utile

500 g

1 kg

2 kg

Frequenza di funzionamento del convertitore

<20KHz

<20KHz

<20KHz

Massimo temperatura di esercizio

1200 gradi C

1200 gradi C

1200 gradi C

Dimensioni (mm*mm*mm)

360 *525 *236

360 *525 *236

360 *525 *236

Il peso

40 kg

40 kg

40 kg

Fabbisogno di approvvigionamento idrico

8 It/min (20n gradi C) min. Pressione 3 bar, pressione massima 6 bar, temperatura massima 30 gradi C

CHE COS'È UN FORNO FUSIONE A INDUZIONE?

Un forno fusorio a induzione è un tipo di forno elettrico, in cui il riscaldamento avviene per induzione di corrente elettrica all'interno della carica stessa senza avere un contatto diretto con la bobina di induzione.

Un forno ad induzione è costituito da tubi cavi di rame raffreddati ad acqua disposti in forma diversa a seconda delle esigenze; la bobina di rame di forma per lo più cilindrica viene utilizzata nell'industria di fusione. Attraverso questa bobina di rame viene fatta passare una Corrente Alternata ad alta frequenza, per cui si crea un campo magnetico inverso secondo la legge di lenz. Quando mettiamo qualsiasi conduttore (carica da sciogliere) in questo campo magnetico, all'interno della carica viene generata una corrente circolare indotta chiamata Eddy Current.

Un generatore a induzione è costituito da due bobine chiamate bobina primaria e bobina secondaria; La bobina primaria assorbe corrente ad alta tensione, basso ampere e frequenza fissa. La bobina secondaria converte questa corrente in bassa tensione, alto ampere e alta frequenza, questa corrente ad alto ampere e alta frequenza viene quindi fornita alla bobina di rame discussa nel paragrafo precedente.

COME AVVIENE IL RISCALDAMENTO PER INDUZIONE?

il riscaldamento nel forno a induzione si verifica a causa di due effetti principali, vale a dire

Riscaldamento a correnti parassite: - in questo riscaldamento avviene per riscaldamento ohmico o per riscaldamento di joule per la resistività della carica alla corrente elettrica indotta.

Riscaldamento Isterico: - il riscaldamento (energia) è prodotto all'interno della carica dal campo magnetico alternato generato dalla bobina che modifica la polarità magnetica della carica.

Questa perdita è però limitata solo al materiale magnetico, che anche solo fino alla temperatura di curie, riscaldandosi oltre la quale il materiale perde le sue proprietà magnetiche e quindi il riscaldamento isterico diventa nullo.

Anche la frequenza gioca un ruolo importante nel processo di riscaldamento, sebbene non direttamente; la frequenza determina la profondità fino alla quale la corrente di induzione può raggiungere mediante un effetto chiamato 'Effetto Pelle'. A seconda dell'effetto pelle la profondità di penetrazione è inversamente proporzionale alla frequenza della corrente alternata. Pertanto, ai fini del trattamento superficiale o di una minore massa di materiale si desidera una frequenza maggiore mentre per una penetrazione più profonda e una maggiore dimensione del fuso si desidera una frequenza inferiore.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI CHE RENDONO IL FORNO A INDUZIONE COSÌ UNICO E DESIDERABILE: -

Un riscaldamento a induzione è considerato una tecnologia verde perché il riscaldamento avviene solo della carica e nessun altro componente viene riscaldato, per cui si evita un incessante spreco di energia.

Anche nel riscaldamento ad induzione non c'è rilascio di nessun tipo di gas o fumi rendendolo sicuro per un uso a lungo termine senza nuocere alla salute dei lavoratori.

poiché non vi è alcun contatto diretto con l'elemento riscaldante, otteniamo un fuso molto pulito senza contaminazione, cosa altamente desiderata nell'industria della gioielleria come la fusione di oro, argento, platino, applicazioni di laboratorio o dove è richiesto un controllo preciso della composizione.

Il forno a induzione ci fornisce anche la possibilità di agitazione automatica che è altamente desiderata per la fusione e la lega omogenee.

Il forno a induzione può essere acceso e spento frequentemente a seconda delle esigenze senza alcun danno al macchinario.

La temperatura di fusione che può essere raggiunta nel forno ad induzione è limitata solo dalla resistività termica dei materiali refrattari.

Una delle caratteristiche molto desiderate del forno a induzione è il suo tempo di riscaldamento; il tempo di riscaldamento della fusione a induzione è minimo rispetto a qualsiasi metodo di riscaldamento convenzionale o altro.

Anche i forni per riscaldamento a induzione sono prontamente disponibili in varianti che vanno da pochi grammi a tonnellate di kg

APPLICAZIONE DEI FORNI FUSIONE A INDUZIONE: -

I forni a induzione possono essere utilizzati in

Laboratorio di piccole dimensioni per la fusione di piccole quantità di Materiali a scopo di test.

Unità di produzione che si occupa di metalli preziosi come Oro, argento, rame, platino, ottone, ecc.

Unità di produzione di gioielli.

Industrie di trattamento termico in cui si desidera il riscaldamento personalizzato delle parti.

Industrie di raffinazione su larga scala come l'industria siderurgica che fondono metalli in enormi quantità.

Qualsiasi settore che desideri un'operazione più pulita con una miscelazione omogenea può utilizzare il forno a induzione.

L'industria dei materiali non conduttivi può anche utilizzare un forno a induzione se combinato con un crogiolo conduttivo.